The Unknown God

W.T. Smith and the Thelemites

Martin Starr
Teitan Press , 2003 , Bolingbrook , Teitan Press
pp. 416, illustrato.

Il Dio Sconosciuto” è uno dei libri più interessanti a tutt’oggi in riferimento a Crowley e a Thelema. Qui viene esposta la storia di Thelema in America con tutti i suoi protagonisti, focalizzandosi in particolare su Wilfred Talbot Smith, capo della Loggia Agape di Los Angeles dell’O.T.O.
L’autore ha raccolto in molti anni di ricerca una mole impressionante di documenti, utilizzando gli archivi privati dei maggiori protagonisti, ripercorrendo le varie vicissitudini di questo movimento. Così nell’arco dei quaranta anni considerati vediamo passare tutti i protagonisti della vicenda americana di Thelema, Fr. Achad, CF Russell con il suo Choronzon club, Jane Wolfe, Smith, Regina Kahl ect. ect. fino ad arrivare a Jack Parsons e la moglie Helen che diventerà in seguito moglie di Smith, a Germer e a McMurthy. Si staglia incontrastato all’orizzonte naturalmente il ‘master puppet’, Aleister Crowley con le sue numerose lettere.
Anche se l’O.T.O. deve essere considerato un fenomeno limitato in termini numerici è altresì stupefacente ed istruttivo leggere tutte le serie di lettere tra i vari protagonisti che compongono questa storia, le quali senza dubbio costruiscono una immagine veritiera e acritica dei vari personaggi. Così il principale oggetto del presente studio, Smith, con la sua devozione incondizionata a Thelema si ritrova ad essere il bersaglio preferito delle critiche fino ad arrivare ad essere costretto ad un ritiro magico da parte di Crowley, che scriverà appositamente per lui il Liber CXXXII, qui incluso; Germer, autentica mente paranoica, Russell, sempre estremo, McMurthy che accusa Parsons dell’aborto della sua ex, Culling, uscito dal Choronzon Club, Mellinger, l’attore tedesco astrologo, Jane Wolfe, una delle adepte di Crowley a Cefalù, Parsons, personaggio di notevole spessore e tormentato, ed altri innumerevoli personaggi fino al ‘demone’ Crowley.
Questo libro narra una storia legata alla ricerca spirituale, alla liberazione dai costumi sociali dell’epoca e allo sviluppo di Thelema, una storia triste sotto certi aspetti per le occasioni mancate ma allo stesso tempo complessa e piena di  umanità, quell’umanità che in un modo o in un altro ha dedicato tutta la propria vita o parte di essa ai principi di Thelema.
Il libro fa emergere una quantità di spunti impressionanti quali il valore dell’O.T.O. oggi, il rapporto di lavoro di gruppo, gli obblighi che questo comporta, l’eredità dei vari personaggi ect.ect. che come potete facilmente comprendere non è possibile affrontare in questa breve recensione ma che dovrebbero essere tenuti presenti per eventuali rielaborazioni e studi futuri.
Il libro di Starr è comunque una opera fondamentale per qualsiasi serio studio di Crowley e di Thelema.
A corredo del testo troviamo una magnifica foto di Crowley a Cefalù e i ritratti dei maggiori protagonisti.

Roberto Migliussi