Sull'Intensivo Gnostico e l'Esperienza Diretta della Verità (Illuminazione)

Corrispondendo con me sulla Lista Ivy di Scientology Indipendente (termine che denomina ex membri di Scientology che hanno continuato le loro ricerche indipendentemente) il conosciuto operatore John Mace scrisse: “La mia ricerca ed esperienza indica che è SEMPRE il rilascio di energia bloccata che porta a momenti di verità. Non è il momento della verità che porta allo sbloccaggio dell’energia negativa come le tue parole implicano, ma l’inverso; sbloccare o dissipare l’energia negativa viene SEMPRE prima di tutto...”
In un certo qual modo sono d’accordo con John Mace ma vi sono eccezioni. Le mie idee sull’Esperienza Diretta (DE) sono fondate dalla guida di 20 anni di Intensivi Gnostici. Io ne ho guidati più di 120, ho insegnato a molti Maestri (Operatori) etc. Le mie conclusioni sono: vi sono due principali modi di arrivare alla DE: attraverso la catarsi con molto rilascio energetico (la via del Serpente) ed in un modo calmo, senza alcun fenomeno energetico riscontrabile (la via della Colomba). Questo secondo metodo assomiglia ai fiocchi di neve che cadono. Come dissi in un altro contesto vi è una accelerazione evidente dello sviluppo Spirituale, così nel mio Intensivo Gnostico  ho sempre più partecipanti che raggiungono ora la DE in circostanze quotidiane (“Un giorno ero seduto e ascoltavo la musica. Improvvisamente successe una cosa strana – Io ero Io!!!”).
Nel modo passato dell’Intensivo Gnostico il modo catartico di raggiungere la DE era molto più frequente. Ma ora non è più così. Come dato di fatto i Partecipanti dissipano i blocchi di energia ma accade poco a poco, quasi senza notarlo.
Forse i lettori vorrebbero conoscere qualcosa sulla storia dell’Intensivo Gnostico. Il suo predecessore era l’Illuminazione Intensiva creata dall’ex scientologo Charles (Chack) Berner. Egli lasciò Ron Hubbard e dopo qualche peregrinazione creò nel 1968 quel metodo come una combinazione fruttuosa di comunicazione scientologica e meditazione su 4 Koans fondamentali: “Chi sono Io?”, “Cosa sono Io ?”, “Cos’è la vita?” e “Cos’è un altro?”.
Esso durò 3 giorni e 3 notti, 19 ore al giorno (circa 40 diadi o esercizi in coppia). Circa il 30% dei partecipanti di solito arrivava alla DE.
Io raggiunsi la mia prima Illuminazione nell’ashram di Berner a St. Helena, California, nel 1980, e portai questo metodo in Yugoslavia. Per più di 10 anni non cambiai alcunché. Ma mi sforzavo molto con la  mente pensando a come perfezionarla e introdussi qualche miglioramento minore.
In tutti questi anni tenni in mente le parole di Ron Hubbard che avevo letto da qualche parte: "Questo è un universo bipolare".
E un paio di anni fa ebbi una esperienza divertente. Passando da un giardino nei dintorni di Belgrado notai due uomini che cercavano di spostare un grosso pilastro di legno. La sua parte inferiore era profondamente infissa nel terreno. Lo smossero verso sinistra e verso destra, avanti e indietro e in circa 5 minuti lo portarono a terra. Un’idea mi arrivò alla mente: “Quanto tempo ci avrebbero messo se l’avessero spinto solo in una direzione? Molto, molto di più, ore o forse giorni.” In quel momento ebbi una preziosa percezione e l’intera idea di un nuovo, più efficiente Intensivo Gnostico con una “tecnica Alternata”. Ritornai a casa, chiamai i membri della mia famiglia e alcuni amici e il giorno dopo guidai un nuovo tipo di Intensivo. Avevo ragione. La nuova tecnica Alternata era estremamente veloce. Ora invece di 40 diadi e molte regole rigide per i partecipanti esso dura solamente 5 diadi. Il partecipante può prendere un caffè, mangiare qualsiasi cosa voglia etc. mentre prima ciò era proibito. Quello che è importante è che circa il 70-80% dei Partecipanti raggiunge l’Illuminazione in queste 5 diadi.
Per aver creato il mio Intensivo Gnostico sono realmente grato a Ron Hubbard e naturalmente a Charles Berner. Per ritornare all’Esperienza Diretta della Verità: la ragione per cui l’Intensivo Gnostico ha dei risultati così veloci è nella dissipazione estremamente veloce del materiale mentale. Dopo solamente 2 o 3 diadi i Partecipanti sono in un stato di coscienza vuoto e quindi è facile arrivare alla DE. Il rilascio di energia avviene piano piano ed è la via della Colomba per eccellenza.
Essa accade (l’Esperienza Diretta) alcune volte durante la Neutralizzazione delle Polarità nel trattamento PEAT, ma è molto raro. Quando si Neutralizzano le Polarità Primordiali si entra nello Statico (Tao, Vuoto, Quantum Vacuum...etc), ed in tale stato non vi è separazione, vi è solo uno, così che non vi è alcuna differenza. Molto spesso le polarità svaniscono e un paziente dice solamente “Non vi sono più le polarità, non vi è niente, ci sono solo Io”.
Questa è la ragione per cui insisto nel valore della Neutralizzazione delle Polarità Primordiali. Senza di esse non vi è alcuna libertà da esse. Una cosa è sapere quali sono, un’altra cosa è sostanzialmente essere liberi da esse.